Zaino scuola: tutto quello che devi sapere

La scelta del miglior zaino scuola passa attraverso almeno tre considerazioni:

  • il gusto dei nostri figli;
  • la praticità e la durevolezza;
  • il rapporto qualità prezzo.

Si tratta di una decisione importante da prendere dato che è uno degli oggetti che tuo figlio porterà sempre con sé. Inoltre è un oggetto che quotidianamente trasporta peso, viene poggiato a terra, accumula sporcizia ed entra a contatto con la colonna vertebrale dei bambini. Per questo abbiamo pensato di riassumere le caratteristiche principali da osservare al momento della scelta, considerando che uno zaino scuola deve essere un compagno affidabile, capiente e sicuro per tutto l’anno scolastico.

La struttura dello zaino scuola

La struttura di uno zaino scuola comprende più elementi quali il peso, la capacità e la conformazione con cui si adatta alla schiena e al peso. Di norma deve essere capiente, leggero, morbido e ben imbottito. Come si valutano queste caratteristiche? Procediamo passo per passo.

Peso

Il peso di uno zaino per la scuola, generalmente varia dai 360 grammi ai 680 grammi. Il giusto compromesso tra peso e dimensioni non è affatto scontato come vedremo di seguito. Bisogna infatti considerare il grado di istruzione e come il bambino si dirige a scuola, nonché l’ubicazione della classe. A cosa servono queste informazioni? Semplicemente per capire quanto è lungo il tragitto che il bambino deve percorrere con lo zaino in spalla. Se per raggiungere la propria classe il bambino deve fare anche capirai da te che non va sottovalutato il carico medio di libri e quaderni da trasportare.

Dimensioni

Le dimensioni contano e servono anche a trovare la giusta risposta a tutti gli interrogativi già posti precedentemente. Diciamo che tra gli zaini di grandezza media rientrano quelli che soddisfano le seguenti misure:

38cm (altezza) x 30 cm (larghezza) x 18 cm (spessore).

In uno zaino di queste dimensioni può entrare anche un PC da 13 pollici ma lo spazio restante è piuttosto limitato. Quelli leggermente più grandi (42cm x 32cm x 25,5cm) offrono spazio sufficiente a contenere anche un laptop da 15 pollici oltre a libri astucci e quaderni.

Non ti consigliamo di acquistare zaini da scuola più piccoli con misure inferiori dato che sono poco capienti per l’utilizzo che se ne deve fare.

Forma

Un’altra caratteristica importante da tenere sotto osservazione è quella della forma, ovvero se, nell’ingombro complessivo rientrano delle tasche o degli scomparti interni ed esterni per organizzare al meglio sia la preparazione dello zaino che il trasporto. Una buona organizzazione degli spazi garantisce sicuramente una distribuzione più uniforme del peso e il bambino non avrà problemi alla schiena

Queste caratteristiche appena descritte sono per lo più estetiche, organizzative e, pertanto, personali. Di norma, tuttavia, esistono zaini a sacco e zaini rettangolari. I primi sono per l’età più matura mentre quelli rettangolari offrono maggior spazio per PC, libri e quaderni. Il numero di tasche, invece, dipende dall’esigenza e dal tipo di oggetti da riporre all’interno. Il consiglio che sentiamo di darti è di scegliere sempre quelli che offro maggiore possibilità di distribuire libri e oggetti all’interno perchè consentono una migliore fruizione.

Sistemi di chiusura

Hai mai considerato di di valutare l’acquisto di uno zaino scuola anche in base al metodo di chiusura? In alcuni modelli è a cerniera, mentre in altri è a cinghie. Entrambi i metodi sono validi solo che le cinghie sono solitamente corredate da coulisse a nastro interna per maggior sicurezza. Le zip, se sono di scarsa qualità, hanno minore durevolezza nel tempo e sono difficili da reperire per essere sostituite.

La forma del guscio

L’ultima caratteristica (ma non per importanza) da valutare è quella del guscio, ovvero lo strato di conformazione dello zaino che può essere morbido, rigido o semi rigido. Quelli a guscio rigido e semirigido sono tradizionalmente quelli meno capienti e leggermente più pesanti. Il loro vantaggio, tuttavia, risiede nel fatto che sono più sicuri e resistenti agli urti, all’umidità e resistono meglio alle intemperie. Al contrario quello morbido assicura maggiore confort nel trasporto e più leggerezza ma non protegge al 100% ciò che è incluso al suo interno.

I materiali

Vediamo ora i materiali, un argomento da prendere in considerazione in base all’utilizzo e al rapporto qualità prezzo. I materiali influiscono sul peso, sulla facilità di lavaggio e sulla durabilità dell’intero prodotto, segnando la differenza visiva tra un prodotto di qualità e uno scadente. Come tutti sappiamo gli zaini scuola sono sottoposti a stress continui per cui è sempre meglio puntare sulla qualità dei materiali rispetto ad altre variabili.

In commercio si trovano zaini impermeabili che sono i migliori per la scuola sia per proteggere libri e quaderni che per dispositivi elettronici come laptop e tablet. Per questo scegliete zaini scuola in nylon e poliestere per andare sul sicuro. Al contrario gli zaini in tela o in cotone, a meno che non siano specificatamente trattati con agenti idrorepellenti, si rivelano scarsamente protettivi contro la pioggia.

Un altro dettaglio da tenere presente è la lavabilità espressa proprio dall’etichetta in cui sono riportate le istruzioni di lavaggio. Gli zaini in pelle sono sconsigliati per la scuola proprio perché sono complessi da lavare e da trattare. La resistenza è garantita dallo spessore del fondo, dalla qualità delle cuciture e dal tipo di imbottitura. Guardate con attenzione gli spallacci e il manico superiore e come questi sono cuciti al corpo principale dello zaino. Già solo osservando il tipo di cuciture potrete capire se la qualità è media, buona o ottima.

Zaino scuola: Comodità e praticità

Anche il fattore comodità è importante per la scelta di un buono zaino a favore della schiena. Il punto è che lo zaino scuola va a caricare la colonna vertebrale che, in età giovane, è maggiormente soggetta al rischio di cifosi e scoliosi. Queste patologie della colonna vertebrale interessano soprattutto giovani e ragazzi in fase di crescita, motivo per cui è fondamentale scegliere prodotti in grado di:

  • Distribuire equamente il peso sul corpo
  • Non sovraccaricare l’arcata lombare
  • Non segnare le spalle per l’eccessivo carico

A tale proposito scegliete modelli solidi, ben sagomati e dalle forme ergonomiche che aderiscano alla schiena in modo bilanciato, ovvero distribuendo equamente il peso. Evitate spallacci troppo fini e prediligete quelli imbottiti di ampiezza di almeno quattro centimetri. I migliori spallacci sono quelli a S, ovvero a forma ergonomica e che sono imbottiti con materiali traspirati e forniti di cinghia orizzontale da allacciare in vita.

Accessori e extra

Infine c’è da considerare la qualità degli accessori che, pur non essendo fondamentali per la scelta, possono conferire il giusto grado di confort e divertimento. In tempi recenti sono diventati un trend indiscusso gli zaini forniti di presa USB a cui collegare gli auricolari o che consentono di ricaricare i dispositivi elettronici. Questo accessorio è perfetto per chi va a scuola sui mezzi pubblici con percorrenze medio lunghe sia per intrattenersi durante il viaggio che per fronteggiare casi di necessità (magari in caso di telefono scarico).

Per le stesse ragioni consigliamo di valutare modelli con tasche antiborseggio e sistemi di antifurto, ideali per chi viaggia sui mezzi pubblici in orari ad alta intensità di transito. Un altro accessorio di sicurezza è quello degli inserti catarifrangenti che aiutano a essere visibili quando il sole tramonta. Completano il quadro accessori complementari come astucci, borsellini, pesaborsa portatile e ganci interni.

Quanto contano prezzo e marchio per la scelta?

Marchio e prezzo sono sicuramente due indicatori importanti di qualità ma non sono i soli. Affidarsi ad aziende storicamente presenti sul mercato degli zaini significa avere la garanzia di prodotti affidabili e ben rifiniti come Seven ed Invicta. Il prezzo di minimo di uno zaino si attesta sui 18,00€ e può salire anche oltre i 90,00€. Il costo, quindi, è una questione piuttosto personale, così come la scelta del marchio di cui ci fidiamo di più. Ciò non toglie che sul mercato esistano alternative molto valide appartenenti a marchi meno noti da prendere in considerazione per l’acquisto.

TORNA SU